giovedì, 16 Maggio , 24

Verso l’estate 2024, l’idea di turismo del Forte Village

video newsVerso l'estate 2024, l'idea di turismo del Forte Village

In Sardegna tra attenzione a famiglie, territorio e sostenibilità

Cagliari, 16 mag. (askanews) – Un’idea di turismo che in un certo senso da decenni fa da apripista, da modello. Il Forte Village di Pula, nel Cagliaritano, è una struttura molto conosciuta, che anche per questa estate 2024 si prepara ad accogliere migliaia di turisti. E in qualche modo da qui si possono anche capire alcuni dei trend e delle offerte che caratterizzeranno la stagione. A cui Lorenzo Giannuzzi, amministratore delegato e direttore generale di Forte Village, ci ha detto di guardare con grande fiducia e con dichiarato eclettismo. “Diciamo che riusciamo a soddisfare le esigenze più variegate – ci ha spiegato – e questa è un po’ la nostra caratteristica”.Altra caratteristica è quella di guardare alle famiglie, alle attività per i bambini e i ragazzi, che siano una casa di Barbie a dimensione naturale o le tante strutture sportive che ospitano Academy e lezioni. “Chiaramente ci capita, e ne siamo orgogliosissimi – ha aggiunto l’ad – di avere anche due o tre generazioni di clientela, ragazzi che sono venuti con i loro genitori e ora tornano con i loro figli. speriamo che vengano anche con i nipotini”.Il mare della Sardegna, che qui è particolarmente cristallino, è ovviamente un punto di forza indiscutibile, ma alla costruzione di un progetto turistico contemporaneo concorrono molti altri elementi, come per esempio quello gastronomico e del vino. Sofia Carta è una sommelier al Forte Village. “Noi crediamo molto nel territorio – ci ha detto – crediamo tanto nel km zero e facciamo una ricerca di piccole cantine e di piccoli produttori, guardiamo l’eterogeneità dei nostri vitigni, lavoriamo molto sulle bacche autoctone, perché crediamo che attraverso il vino, attraverso l’esperienza, si canalizzi tanto il prodotto Sardegna”.E poi la sostenibilità, altro tema dal quale oggi non si può prescindere: niente plastica negli hotel e nelle strutture del villaggio, biciclette e club car per muoversi, attenzione all’ambiente sia come vegetazione sia come fauna marina sembrano essere gli aspetti più evidenti. “Devo dire che noi la sostenibilità l’avevamo sposata già prima che diventasse un elemento così importante nella quotidianità – ha concluso Lorenzo Giannuzzi -. Lo facciamo da sempre, per questa straordinaria vegetazione, per come curiamo la natura”.Forse la vera sfida per la Sardegna, ma per gran parte del sistema turistico italiano, è oggi quella di destagionalizzare sul serio, che significa poter avere una stagione che dura quasi tutto l’anno, come accade in altre località anche del Mediterraneo. Dal Forte Village, come da altre strutture, assicurano di volerlo fare.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles