venerdì, 19 Aprile , 24

Gb, scandalo sangue infetto, bambini usati come cavie in anni 70,80

Nell’ambito di ricerche sull’emofilia Roma, 19 apr. (askanews)...

Israele attacca l’Iran: “reazione mirata a difesa nostra esistenza”

Esplosioni nella base militare di Isfahan, non...

Dolomiti, campagna Recharge Nature su responsabilità turisti

video newsDolomiti, campagna Recharge Nature su responsabilità turisti

Si vince una “vacanza estrema” per ricaricare la natura

Roma, 25 lug. (askanews) – “Recharge Nature”. Questo il titolo della campagna per il rilancio del territorio prezioso e fragile delle Dolomiti Bellunesi, che negli ultimi anni ha vissuto momenti difficili come la Tempesta Vaia. Attraverso un’azione di promozione innovativa si punta a porre un particolare accento sull’impatto del viaggiatore sull’ambiente. Il cambiamento climatico corre più veloce sulle Alpi che nel resto del pianeta, e gli effetti del climate change e del global warming sono ormai sotto gli occhi ditutti.”Recharge Nature” rappresenta dunque non solo un’opportunità di riscatto per il Cuore delle Dolomiti, ma anche l’occasione per tutti noi di ripensare il turismo così come lo abbiamoconosciuto fino ad oggi, educando i viaggiatori ad essere più responsabili senza azioni eclatanti, bensì attraverso piccoli cambiamenti nelle azioni di ogni giorno. E con la possibilità di vincere una “vacanza estrema” per ricaricare la natura: cinquegiorni nella natura selvaggia per compensare attraverso un’esperienza totalmente fuori dalla propria comfort zone l’impatto delle proprie azioni durante il viaggio. Il vincitore soggiornerà nel piccolo villaggio di Bramezza, che oggi ha unsolo residente, in un alloggio tradizionale senza alcuna comodità, accessibile solo a piedi. Potrà contare solo su fonti energetiche reperibili in natura e totalmente sostenibili, coltiverà la terra e mangerà solo cibi a KM0.Incontrerà la comunità locale per conoscere le fragilità di un territorio montano attraverso i racconti e le esperienze di chi ci vive, lo ama e resiste ai cambiamenti in atto, avviando anchein compagnia di esperti e personaggi noti – che lo raggiungeranno durante l’esperienza – un processo di cambiamento interiore versoun modo di viaggiare più consapevole e rispettoso.Sarà possibile candidarsi gratuitamente attraverso il link www.rechargenature.com fino al 30 luglio 2023. Per maggiori informazioni si può scrivere a info@rechargenature.com.L’iniziativa è realizzata nell’ambito del Progetto Integrato territoriale di valorizzazione turistica del Medio Alto Agordino, finanziato dal Fondo dei Comuni Confinanti, promosso da una rete di 7 Comuni della provincia di Belluno (Veneto) concapofila Rocca Pietore. La campagna è ideata e coordinata da Destination Makers srl Società Benefit, che ha ideato e organizzato anche la campagna Recharge in Nature – Rifugi senzacellulare nelle Dolomiti.Recharge Nature è patrocinata dalla Fondazione Dmo Dolomiti Bellunesi e realizzata con il supporto della Pro Loco Alleghe Cuore delle Dolomiti.IL CONCEPTIl Cuore delle Dolomiti è in pericolo. Ricerchiamo il peggiore turista al mondo: ricompensa una vacanza estrema nelle Dolomiti del Veneto.I cambiamenti climatici stanno mettendo in ginocchio le nostre montagne, e il turismo ha un peso in tutto questo.Cerchiamo il “peggiore turista al mondo” per fargli vivere una vacanza estrema nel Cuore delle Dolomiti, durante la quale si renderà conto del peso delle risorse utilizzate durante il viaggio e farà ammenda dei propri errori scoprendo un nuovo modo di essere sostenibili.Ma perché proprio il peggiore al mondo? Per il 74% degli intervistati per un recente report di Booking.com*, è necessario fare scelte più sostenibili per salvare il pianeta per le generazioni future.Esperti di sostenibilità, di vita in natura, come Michael Bolognini di Method, divulgatori, policy maker, service designer, ospiti speciali e la comunità locale, grande protagonista del territorio che lotta e resiste, sono pronti ad accoglierlo nelle meravigliose Dolomiti Bellunesi.I suoi comportamenti “peggiori”, durante l’esperienza, saranno il valore aggiunto che ci permetterà di costruire, insieme alle competenze ed esperienze del team, un percorso per migliorare.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles